Regione Liguria - Sostegno alla realizzazione di progetti volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare

Regione Liguria - Sostegno alla realizzazione di progetti volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare

Regione Liguria - Sostegno alla realizzazione di progetti volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare

05febbraio

Regione Liguria - Sostegno alla realizzazione di progetti volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare

La regione Liguria ha pubblicato il bando “Sostegno alla realizzazione di progetti volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare” con lo scopo di supportare le micro, piccole e medie imprese della regione nella realizzazione di interventi volti alla conversione dell’attività di impresa da un approccio lineare a uno circolare.

 

Dotazione finanziaria

Il presente bando dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari ad euro 1.000.000,00.

 

Beneficiari

I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata che esercitano un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007.

I progetti devono essere realizzati in unità locali ubicate sul territorio della Regione Liguria, che risultino regolarmente censite presso la CCIAA competente e nella piena disponibilità dell’impresa.

Ogni impresa potrà presentare una sola domanda, o in qualità di impresa singola o associata.

L’impresa che ha già presentato domanda a valere sui precedenti bandi finanziati sull’Azione 2.6.1 del PR FESR Liguria 2021-2027 non potrà presentare domanda sul presente bando.

 

Agevolazione

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari all’80% delle spese ritenute ammissibili.

Tale percentuale aumentata al 90% per le imprese che propongono progetti in unità operative localizzate nei comuni non costieri.

 

Importo minimo e massimo del progetto

I progetti devono avere un costo ammissibile compreso tra 5.000 euro e 40.000 euro.

 

Interventi e spese ammissibili

Sono ammissibili i seguenti interventi da realizzarsi in ambito industriale, manifatturiero e della bioeconomia, ovvero il recupero e la valorizzazione degli scarti organici dei processi di produzione e/o dei rifiuti, in particolare:

·      Life Cycle Analysis (LCA);

·      Bilancio degli impatti ambientali dell’intervento comprensivo di mitigazioni e compensazioni focalizzato espressamente su un prodotto o servizio collegato all’azione di economia circolare da realizzare o già realizzata;

·      Valutazione di circolarità dell’azienda;

·      Life Cycle Costing (LCC);

·      Informazioni ai consumatori volte a migliorare la conoscenza dei risultati di circolarità

·      effettivamente ottenuti dall’impresa e la performance di circolarità, durabilità e riparabilità dei prodotti;

·      Acquisizione di servizi finalizzati alla certificazione di processo e di prodotto direttamente collegati all’azione di economia circolare che l’impresa ha realizzato;

·      Definizione di un sistema di gestione atto a dimostrare la conformità ai criteri normativi secondo cui i rifiuti cessano la loro qualifica di rifiuto consentendone il riutilizzo come materia prima seconda e che includa i controlli da parte di un verificatore esterno indipendente in coerenza con I regolamenti e decreti sulla disciplina “end of waste” ad oggi emanati.

È obbligatorio realizzare il LCA oppure il bilancio degli impatti ambientali.

 

Sono ammissibili gli interventi avviati dal 1 luglio 2023.

Se avviati dopo la presentazione della domanda, l’avvio del progetto dovrà avvenire entro 30 giorni dalla data di ricevimento del provvedimento di concessione dell’agevolazione.

I progetti devono concludersi entro il 31/10/2024.

 

Saranno ammissibili le seguenti tipologie di spese:

·      Prestazioni consulenziali;

·      Acquisto di software, brevetti, licenze, know-how;

·      Costi indiretti dell’operazione fino al 7% dei costi diretti ammissibili.

 

Istruttoria

Procedura valutativa a sportello fino alla concorrenza delle risorse disponibili.

 

Presentazione

I progetti potranno essere presentati dal 16/02/2024 al 17/03/2024.

Le domande di ammissione all’agevolazione devono essere redatte esclusivamente on line, accedendo al sistema “Bandi on line” dal sito internet www.filse.it, oppure dal sito filseonline.regione.liguria.it.

La procedura informatica sarà disponibile nella modalità off-line dal 08/02/2024 al 15/02/2024.