Bando per le Comunità Educanti - Impresa Sociale Con i Bambini

Bando per le Comunità Educanti - Impresa Sociale Con i Bambini

Bando per le Comunità Educanti - Impresa Sociale Con i Bambini

25febbraio

Bando per le Comunità Educanti - Impresa Sociale Con i Bambini

IL BANDO

L’Impresa Sociale Con i Bambini, in qualità di soggetto attuatore del “Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa Minorile”, ha emesso un Bando per le Comunità Educanti, ovvero quelle comunità locali di attori (famiglie, scuola, singoli individui, reti sociali, soggetti pubblici e privati) che hanno, a diverso titolo, ruoli e responsabilità nell’educazione e nella cura dei minori che vivono nel proprio territorio. 


BENEFICI

Con i Bambini mette a disposizione un ammontare complessivo di 20 milioni di euro, ripartiti per singole regioni, per progetti che mirino alla costruzione e al potenziamento di “comunità educanti” efficaci e sostenibili nel tempo che operino in un contesto territoriale ben definito. L’iniziativa sosterrà partnership ampie e competenti tra i soggetti attivi in tale ambito territoriale.

 

REQUISITI

Le proposte devono:

·      essere presentate da partnership costituite da almeno tre soggetti, di cui almeno due enti del terzo settore. Ogni partnership individua un soggetto responsabile che coordinerà i rapporti della partnership con l’impresa sociale Con i Bambini, anche in termini di rendicontazione;

·      prevedere che nessun soggetto della partnership gestisca una quota superiore al 50% del contributo richiesto e che almeno il 65% delle risorse sia gestito da enti del terzo settore;

·       richiedere un contributo compreso tra un minimo di 40 mila e un massimo di 100 mila euro;

·       garantire una quota di cofinanziamento monetario pari ad almeno il 5% del costo totale;

·       prevedere, nella determinazione del budget, il rispetto delle quote indicate dal Bando e misurate sul totale del contributo richiesto.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le proposte devono essere presentate esclusivamente on line, tramite la piattaforma Chàiros, entro e non oltre le ore 13:00 del 30 aprile 2021. Le proposte valutate positivamente al termine della prima fase di valutazione accederanno alla seconda fase di progettazione.

 

Per maggiori informazioni, contattare e.pautasso@smarev.net