Fondo rotativo imprese Turismo – Sostegno alle imprese e agli investimenti di sviluppo nel turismo

Fondo rotativo imprese Turismo – Sostegno alle imprese e agli investimenti di sviluppo nel turismo

Fondo rotativo imprese Turismo – Sostegno alle imprese e agli investimenti di sviluppo nel turismo

22maggio

Fondo rotativo imprese Turismo – Sostegno alle imprese e agli investimenti di sviluppo nel turismo

FRI-Tur è un incentivo che punta a migliorare i servizi di ospitalità e a potenziare le strutture ricettive in un’ottica di digitalizzazione e sostenibilità ambientale. La presente misura, gestita da Invitalia e promossa dal Ministero per il turismo, è prevista dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

 

Dotazione finanziaria 

La dotazione finanziaria ammonta a € 780 milioni di euro, di cui:

·      180 milioni stanziati per il contributo diretto alla spesa; 

·      600 milioni per il finanziamento agevolato concesso da Banca Depositi e Prestiti. 

Il 40% delle risorse stanziate per il contributo diretto alla spesa è destinato alle imprese con sede in una delle regioni del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Beneficiari

Le agevolazioni della presente misura sono rivolte a Grandi Imprese, Microimprese e PMI del comparto turistico. 

Più nello specifico sono riferite a: 

·      Alberghi;

·      Agriturismi;

·      Strutture ricettive all’aria aperta;

·      Imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale;

·      Stabilimenti balneari; 

·      Complessi termali; 

·      Porti turistici; 

·      Parchi tematici, inclusi quelli acquatici e faunistici. 

 

Agevolazione 

L’agevolazione consiste in un mix di strumenti e prevede: 

·      un contributo a fondo perduto nella percentuale massima del 35% calcolato sui massimali delle spese sostenute;

·      un finanziamento a tasso agevolato concesso al tasso fisso dello 0,50%, con una durata compresa tra 4 e 15 anni, comprensiva di un periodo di preammortamento della durata massima di 3 anni, a partire dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento. Al finanziamento agevolato deve essere abbinato un finanziamento bancario a tasso di mercato di pari importo e durata, erogato da una banca finanziatrice che aderisce alla Convenzione del 29 agosto 2022 firmata dal Ministero del Turismo, Associazione Bancaria Italiana e Cassa Depositi e Prestiti.

 

Importo e massimo del progetto 

La presente misura si rivolge a investimenti medio-grandi, compresi tra €500.000,00 e 10 milioni di euro.

 

Spese e investimenti ammissibili 

Sono agevolabili i Programmi di investimento relativi a:  

·      interventi di incremento dell’efficienza energetica delle strutture;

·      interventi di riqualificazione antisismica;

·      interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;

·      interventi edilizi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia o installazione di manufatti leggeri, incluse le unità abitative mobili e loro pertinenze e accessori collocate, anche in via continuativa, in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, funzionali alla realizzazione degli interventi di incremento dell’efficienza energetica delle strutture e di riqualificazione antisismica e agli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche; 

·      interventi di realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento delle attività̀ termali;

·      interventi per la digitalizzazione previste;

·      interventi di acquisto/rinnovo di arredi. 

Il 50% delle risorse è destinato agli interventi di riqualificazione energetica.

Sono ammissibili, al netto dell’IVA, le seguenti spese: 

·      servizi di progettazione;

·      suolo aziendale e sue sistemazioni;

·      fabbricati, opere murarie e assimilate;

·      macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica; 

·      investimenti in digitalizzazione, esclusi i costi di intermediazione. 

I progetti finanziabili devono essere avviati entro e non oltre 3 mesi dalla data di stipula del Contratto di finanziamento e conclusi entro il 31/12/2025. 

 

Istruttoria 

L’istruttoria delle domande sarà esaminata in ordine cronologico di presentazione. 

 

Presentazione

Le domande potranno essere presentate dalle ore 12:00 del 1° luglio 2024 fino alle ore 12:00 del 31 luglio 2024.