Impegno ambientale e sociale/contributi liberali 2021 - Banca d'Italia

Impegno ambientale e sociale/contributi liberali 2021 - Banca d'Italia

Impegno ambientale e sociale/contributi liberali 2021 - Banca d'Italia

16febbraio

Impegno ambientale e sociale/contributi liberali 2021 - Banca d'Italia

La Banca d'Italia ha pubblicato il bando "Impegno ambientale e sociale/contributi liberali 2021".In linea con la sua politica volta a coniugare lo svolgimento dei compiti istituzionali con l'attenzione a tematiche di rilevanza ambientale e sociale, il suddetto bando ha la finalità di erogare contributi finanziari volti ad assistere attività concernenti:

A. La ricerca, la cultura e l'educazione in campi affini alle funzioni istituzionali, quali economia, moneta, credito, finanza.

B. La ricerca scientifica, la promozione culturale, la formazione giovanile e scolastica, fra cui rilevano: 

B1. Ricerca scientifica e innovazione tecnologica, con particolare riguardo a:

a) progetti di istituzioni e aree scientifiche di eccellenza

b) ricerche in campo biomedico, attraverso il finanziamento per investimenti in attrezzature scientifiche e strumentazioni d'avanguardia che agevolino l'attività di ricerca

c) trasferimento del know-how scientifico e tecnico al sistema economico produttivo

d) acquisto di strumentazioni, attrezzature diagnostiche e terapeutiche presso strutture sanitarie e ospedaliere

B2. Attività di accademie e istituzioni culturali di primario rango operanti a livello nazionale nella promozione e nel sostegno della cultura umanistica, storica e scientifica, con particolare riguardo a studi e iniziative divulgative in campo storico, letterario e scientifico; eventi, mostre ed esposizioni, con l'esclusione di iniziative meramente celebrative di ricorrenze.

B3. Promozione a livello nazionale della qualità della formazione giovanile e scolastica, con particolare riguardo a: progetti, anche a carattere audiovisivo, volti allo sviluppo di opportunità educative che incidano sulla crescita qualitativa del sistema scolastico e sulla formazione culturale e scientifica dei giovani; progetti di alta formazione, promossi da centri accreditati e di rilievo nazionale, volti allo sviluppo di professionalità coerenti con i fabbisogni espressi dal mercato del lavoro.

C. Beneficenza, solidarietà e pubblico interesse, con particolare riguardo a progetti di primarie associazioni, enti e istituzioni finalizzati all'assistenza e al sostegno in ambito nazionale di minori e anziani in stato di bisogno; malati e disabili; persone colpite da forme di esclusione e disagio sociale. 

Sono soggetti beneficiari gli enti che non perseguono fini di lucro, a condizione che non rientrino nelle seguenti categorie:

- Persone fisiche

- Soggetti e organismi che costituiscono emanazione di formazioni politiche o sindacali o comunque da queste controllati

- Enti territoriali

- Enti che svolgono, direttamente o indirettamente, propaganda politica per influenzare le campagne elettorali

- Soggetti che mirano a limitare la liberà e la dignità delle persone e/o a promuovere ogni forma di discriminazione

- Soggetti riconducibili agli enti sopra indicati in virtù di legami fondativi/societari, meccanismi di governance. 

Le richieste di contributi devono riguardare un aspetto specifico e non possono attenere alla complessiva attività istituzionale del richiedente, né a singole attività già svolte in via ordinaria. La istanze devono connotarsi per specifici profili innovativi

Non verranno prese in considerazione richieste che risultino nella sostanza finalizzate a finanziare l'attività ordinaria dell'ente. E' possibile, a determinate condizioni specificate dal bando, presentare la richiesta per progetti già avviati o ancora da avviare. 

La durata dei progetti dovrà essere adeguata alle attività da porre in essere. 

L'importo finanziabile dovrà essere congruo alle attività. L'erogazione a vapore di un singolo progetto potrà essere al massimo pari alla metà dell'intero fabbisogno dell'iniziativa. 

La richiesta di erogazione del contributo, contenente la domanda e i relativi allegati, dovrà essere inviata tramite PEC. Le richieste riconducibili al settore C delle linee guida, se a carattere prettamente locale, andranno presentate agli indirizzi PEC delle Filiali regionali di riferimento, disponibili sul sito internet della Banca. 

Le domande posso essere presentate:
dal 1° gennaio al 28 febbraio: saranno istruite e decise di norma entro il mese di giugno, con erogazione nel mese di luglio;
dal 1° luglio al 31 agosto: saranno istruite e decise di norma entro il mese di dicembre con erogazione nel mese di gennaio. 

Per saperne di più contatta e.pautasso@smarev.net