Novità Credito d'Imposta sulla Formazione 4.0

Novità Credito d'Imposta sulla Formazione 4.0

Novità Credito d'Imposta sulla Formazione 4.0

17febbraio

Novità Credito d'Imposta sulla Formazione 4.0

La Legge di Bilancio 2021 ha ulteriormente esteso i benefici del credito d'imposta per investimenti nella formazione (non ordinaria) del personale sulle tecnologie previste dal Piano Nazionale Industria 4.0. La proroga si estende fino al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2023, il che permetterà alle aziende una migliore programmazione degli investimenti.

BENEFICIARI

Si ricorda che possono beneficiare del Bonus Formazione 4.0 tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore in cui operano nonché dal regime contabile adottato. Possono accedervi anche le imprese che non hanno fruito degli incentivi per investimenti in beni strumentali 4.0. 

Ferma restando l'eccezione delle imprese in difficoltà, l'effettiva fruizione del credito d'imposta è subordinata alla condizione che l'impresa non sia destinataria di sanzioni interdittive ex art. 9 D.lgs. 231/2001 e risulti in regola con le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e con gli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori. 

L'agevolazione, calcolata sulle spese sostenute, consiste:

- Per le Piccole Imprese in un credito del 50%, massimale annuo 300.000 euro;

- Per le Medie Imprese in un credito del 40%, massimale annuo 250.000 euro;

- Per le Grandi Imprese in un credito del 30%, massimale annuo 250.000 euro;

- Per tutte le Imprese in un credito del 60% se i destinatari della formazione rientrano nelle categorie di lavoratori dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati.

SPESE ELEGGIBILI 

Sono eleggibili al credito d'imposta le attività di formazione concernenti le seguenti tecnologie: big data e analisi dei dati, cloud e fog computing, cyber security, simulazione e sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA), robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva (o stampa 3D), internet delle cose e delle macchine, integrazione digitale dei processi aziendali.

Le attività formative dovranno riguardare i seguenti ambiti:

- vendita e marketing; 

- informatica;

- tecniche e tecnologie di produzione.

Il credito d'imposta è cumulabile con altre misure aventi ad oggetto le medesime spese, nel rispetto di quanto previsto in tema di aiuti di stato dal Reg (EU) n. 651/2014. L'agevolazione non concorre alla formazione del reddito né alla base imponibile dell'imposta regionale sulle attività produttive. 

L'agevolazione è riferita alle spese sostenute nel corso del 2020-2021-2022 ed è utilizzabile solo in compensazione a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in cui si sono sostenute dette spese. 

Per saperne di più, contatta g.altamura@smarev.net