SIMEST - Patrimonializzazione imprese esportatrici

SIMEST - Patrimonializzazione imprese esportatrici

SIMEST - Patrimonializzazione imprese esportatrici

10maggio

SIMEST - Patrimonializzazione imprese esportatrici

Anche oggi prosegue la nostra informativa sulle diverse linee di finanziamento SIMEST in vista della riapertura del programma prevista per il 3 giugno 2021. Abbiamo già approfondito alcune delle specifiche misure di cui è possibile beneficiare. In questa newsletter parleremo della patrimonializzazione delle imprese esportatrici attraverso la quale SIMEST si propone di sostenere la solidità patrimoniale delle nostre imprese per stimolarne la competitività internazionale. 

BENEFICIARI

Possono usufruirne le MidCap e PMI italiane, costituite in forma di società di capitali, che nell’ultimo biennio abbiano realizzato all’estero almeno il 20% del proprio fatturato o almeno il 35% nell’ultimo anno. 

LA MISURA

L’obiettivo è migliorare o mantenere il livello di solidità patrimoniale (rapporto patrimonio netto/attività immobilizzate nette) al momento della richiesta di finanziamento rispetto ad un livello soglia predeterminato. 

L’importo massimo finanziabile è di 800.000 euro, fino al 40% del patrimonio netto della tua impresa. La componente a fondo perduto può arrivare fino al 50%. 

La durata del finanziamento è di 6 anni, di cui 2 di preammortamento. 

ULTERIORI BENEFICI

  1. Possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie fino al 30 giugno 2021;
  2. Possibilità di ottenere una quota del finanziamento a fondo perduto (nel limite di 800mila euro di agevolazioni pubbliche complessive concesse da SIMEST, entro i limiti previsti dal regime di Temporary Framework);
  3. Rimborso quota restante a tasso agevolato (10% del tasso di riferimento UE). 

Per farti trovare pronto/a alla riapertura del Bando, contatta g.altamura@smarev.net.